Sulla morte di Giorgio Bocca.

E’ quasi impossibile scrivere qualcosa di sensato quando un uomo viene a mancare. Anche quando si tratta di un omicida, di un dittatore o ad esempio di un razzista.
Forse non è nemmeno giusto scrivere un articolo e far scaturire una polemica, per di più il giorno di Natale. Sembrerebbe sciacallaggio e la società, si sa, è reticente se non addirittura superstiziosa. I morti devono essere lasciati in pace.
Ma a poche ore dalla notizia della morte del giornalista si leggono parole durissime da parte di tante persone del sud Italia e poche persone, per la verità, tentano disperatamente di spiegare che il silenzio ed il rispetto sono da preferirsi.

Perché accade ciò? Continua a leggere

Annunci